Le caratteristiche tecniche della Pietra Piasentina 2018-08-06T12:02:51+00:00

Pietra Piasentina Caratteristiche Tecniche

La Pietra Piasentina appare con il suo inconfondibile colore grigio chiaro, talvolta tendente al bruno o al rossastro, appena venato di bianco e al variare delle lavorazioni superficiali essa risponde con leggeri cambiamenti cromatici che, partendo dal grigio chiaro della lavorazione a piano sega, arrivano al grigio scuro della lucidatura, consentendo così diversi accostamenti estetici attraverso l’utilizzo del medesimo materiale.

Non esistono altri tipi di Pietra che possano essere realmente paragonabili alla Pietra Piasentina, la quale si presta a qualsiasi genere di impiego, dal rivestimento di edifici (interni ed esterni), alla pavimentazione, alla realizzazione di oggettistica di design ed opere d’arte; grazie alla sua bellezza, resistenza, durata, lavorabilità e basso coefficiente di assorbimento dell’acqua.

La Pietra Piasentina ha inoltre ottenuto il riconoscimento “Marchio Collettivo Europeo” che ne garantisce le caratteristiche geologiche e meccaniche, la costituzione petrografica, la provenienza e l’autenticità.

Le caratteristiche tecniche della Pietra Piasentina

Caratteristiche fisico meccaniche della Pietra Piasentina

Massa dell’unità di volume

2.690 Kg/m3

Carico di rottura a compressione monoassiale:

0,18 %

Assorbimento d’acqua:

156 MPa

Carico di rottura a compressione monoassiale dopo cicli di gelività:

147 MPa

Modulo elastico tangente:

64.600 MPa

Carico di rottura a trazione indiretta mediante flessione:

30,1 MPa

Resistenza all’usura: coefficiente relativo di abrasione al tribometro (riferito al granito di S.Fedelino):

0,58

Resistenza all’urto (altezza minima di caduta):

31 cm

Coefficiente di dilatazione lineare termica:

5,4 ( 10-6 x °C-1 )

Microdurezza Knoop:

1.824 Mpa

Resistenza allo scivolamento in assenza di lucidatura (USRV)

Piano Sega

81

Piano Fiammato

86

Piano Bocciardato

86

Prove eseguite dal Dipartimento Georisorse e Territorio del Politecnico di Torino secondo le vigenti normative UNI e UNI EN.